domenica 14 febbraio 2016

Dr. Valdo Vaccaro: “Il DIGIUNO TERAPEUTICO è la tavola operatoria della natura”

Il DIGIUNO TERAPEUTICO viene definito spesso la “tavola operatoria della natura”, poiché tramite esso 

(senza bisturi, senza l’uso di alcun prodotto chimico-farmaceutico, e dunque anche senza controindicazioni di sorta)

E' possibile far sparire in pochi giorni lipomi, miomi, tumori al seno e altro.

Far sparire in pochi giorni lipomi, miomi e tumori al seno, mediante autolisi o auto-scioglimento, senza orribili mutilazioni e senza l’uso di farmaci, è cosa normalissima per l’igienismo, anche se medici e medicalizzati rimangono spesso perplessi, sbalorditi ed increduli, di fronte a questa possibilità.

E’ chiaro che se un soggetto si alimenta quotidianamente al meglio, vale a dire con cibo prevalentemente crudo, e abbondanza di frutta, se respira come si deve, se fa del moto, se riposa bene, se prende il sole, e cerca di vivere in armonia con sé stesso e gli altri, non ha bisogno di digiunare. Gli basta il normale e naturale digiuno notturno e la colazione a base di frutta acquosa, per regolare perfettamente il suo organismo. Per una persona non carica di troppi veleni, e di pre-esistenti patologie curate con farmaci, il digiuno autogestito può estendersi senza troppi problemi a una settimana ed anche oltre, se vuole magari mandar via innocentemente qualche chilo di troppo.


Alimentazione Naturale - Vol. 1
Manuale pratico di igienismo-naturale - La rivoluzione vegetariana: mangiare bene per vivere meglio
Voto medio su 103 recensioni: Da non perdere
Difficile dire con certezza quanto a lungo si può estendere un digiuno senza assistenza, dato che ogni caso è diverso. A volte, per evitare crisi eliminative troppo forti ed intense (soprattutto nelle persone molto intossicate), si suddivide il digiuno in due o tre sedute a distanza di uno o due mesi. L’assistenza al digiuno si limita, in ogni caso, a parole di spiegazione e di incoraggiamento, durante il momento delicato delle crisi espulsive, e a niente altro che quello. Trattasi dunque di supporto psicologico più che pratico.

Quando il digiunante ha a disposizione una decina di bottiglie di acqua distillata (o comunque leggera in termini di minerali) vicino al comodino, quando sta rilassato a letto, quando mantiene un bel ritmo respiratorio, quando la stanza è arieggiata, priva di odori e di rumori, di radio e televisione, tutto procede liscio. 

Il digiuno si interrompe allorquando arrivano i segnali giusti, ovvero quando la patina bianca della lingua scompare, quando le urine ridiventano chiare, quando l’alito e il sapore in bocca ridiventano gradevoli, quando ritorna in modo prepotente l’appetito e quando l'acqua dei clisteri mattutini entra pulita ed esce pulita (vedi INTESTINO: il nostro secondo CERVELLO PUO' SALVARE E CAMBIARTI LA VITA!). Normalmente questo processo se vogliamo avere la certezza assoluta di essere totalmente puliti dentro richiede almeno 40 giorni come ben esposto tra l'altro nel VANGELO ESSENO DELLA PACE.



Il digiuno, tuttavia, non si interrompe certamente buttandosi su un piatto di spaghetti, ma con qualche giorno di alimentazione fruttariana (meglio solo frutta acquosa) o a base di centrifugati o frullati di carote, bietole, mele, ecc., per completare il lavoro ripulitivo e risvegliare l'acido cloridrico addormentato (vedi 25 punti per CAPIRE lo SCOPO dello STOMACO), per poi riprendere alla fine la dieta normale umana, che è quella vegana tendenzialmente crudista, priva di effetti collaterali ed intossicanti (salvo che uno non voglia rimettersi nuovamente nei guai).


Mangiar Sano e Naturale
Versione nuova
Voto medio su 7 recensioni: Da non perdere
Ogni fenomeno fastidioso, ogni dolorino, ogni debolezza, ogni senso di vertigine, ogni eritema e ogni rigonfiamento epidermico, ogni scarico di muco, ogni liberazione di pus, ogni eventuale tensione nervosa ed ogni temporaneo picco depressivo, vanno inquadrati nella famosa CRISI ELIMINATIVA

Trattasi di una crisi costruttiva, gestita con sapienza dal sistema immunitario, che con l’aiuto dissolvente dell’acqua leggera e demineralizzata, smaltisce le acque stanche e le cellule grasse, disgrega i depositi interni di minerali inorganici, di acidi, di urokinasi, di ammoniaca, di caffeine, teine, nicotine e cadaverine, nonché demolisce per autolisi le crescite patologiche ed irregolari tipo calcoli, tumori, cisti, lipomi e compagnia bella.

N.B. Il digiuno però non si limita a quanto sopra,
ma fa molto di più. 

Smonta e smentisce categoricamente tutte le bugie pasteuriane e neo-pasteuriane, tutte le teorie mediche sui batteri e sui virus, sulle intolleranze e le allergie. Annienta e ridicolizza tutte le vecchie ideologie, tutti i martellamenti ministeriali su virus e ceppi virali provenienti dai vari punti cardinali del globo, evidenziando come un corpo diagnosticato carico di batteri e virus, senza alcun antibiotico ed alcun antivirale, senza alcuna vaccinazione, si libera velocemente da batteri e virus accumulati, riacquistando al 100% la sua salute.


Scelte Alimentari non Autorizzate
(Io scelgo la vita!) Dai cibi di distruzione di massa a una nuova coscienza agroalimentare
Voto medio su 1 recensioni: Da non perdere
Infatti, se avessero ragione i virologi e gli immunologi, una persona che affronti un digiuno, carica di batteri e di virus, lasciata senza cure biochimiche all’azione di tali voraci predatori, verrebbe divorata velocemente dai medesimi, sviluppatisi nel frattempo esponenzialmente, e morirebbe in preda a mille sofferenze. Succede invece esattamente l’opposto. 
Come mai? 
I virologi si defilano e scappano via imbarazzati. Non sanno cosa rispondere. 
Il motivo è ben presto spiegato. I batteri non trovano più porcherie da mangiare all’interno di un corpo ripulito dal digiuno, riducendosi così al quantitativo normale, logico e simbiotico previsto dalla natura. I virus, ovvero i detriti derivanti dalla fisiologica moria cellulare (normale ricambio metabolico giornaliero che vede miliardi di cellule morire e trovare le proprie sostitute), vengono parzialmente riciclati (vedi recupero del ferro in zona intestinale), e poi espulsi. 

Anche le allergie vengono a loro volta attenuate ed esorcizzate in modo naturale.

Nessuna meraviglia dunque che l’Ordine Medico combatta l’igienismo e il digiunismo a spada tratta, dicendone di cotte e di crude, spaventando a morte i malati e inducendoli a evitare tale pratica. 

  • Il digiuno mette in evidenza più di ogni altra cosa al mondo gli svarioni, gli spropositi, le ipocrisie, le corruzioni e le piccolezze della medicina
  • Il digiuno denuda spietatamente il monarca sanitario, mettendolo sotto i riflettori, smascherando tutto quanto c’è sotto. 
  • In definitiva, sbeffeggia la vorace e venale sanità mondiale, facendo guarire perfettamente la gente col semplice costo di poche bottiglie di acqua e di un piccolo sacrificio.

Ho dovuto scrivere decine di articoli su questo argomento, tipo: “Scienza e fantascienza del virus”, oppure “L’AIDS non malattia ma programma di governo”, “Il caso Sandlers e i conigli polio-resistenti”, “La farsa del contagio batterico-virale”, e tanti altri, per scalfire le intoccabili cattedre dei baroni e demolire le presunzioni e le arroganze dei ministri e dei sottosegretari, dei governi, dei piazzisti e dei portaborse, dei giornali e delle televisioni.

Ma coi ragionamenti teorici, è facile inceppare nelle trappole dei sofismi e nelle reti degli azzeccagarbugli. Qui parliamo di un esperimento pratico, facilmente ripetibile, verificabile e controllabile da una qualsiasi giuria pubblica. In realtà bastano 3-5 giorni di digiuno, per smantellare ogni montatura sanitaria, ogni costruzione fasulla e truffaldina basata sul binomio batterio-virus. Il digiuno è la prova del nove che batteri e virus non c’entrano in alcun modo con le malattie, non le provocano, ma sono semmai causati e moltiplicati da esse, e dalle tossicità accumulate precedentemente dal fisico. Si tratta di una semplice, chiara ed inequivocabile prova.

di Valdo Vaccaro 

FONTE


(spiegazione del DIGIUNO TERAPEUTICO di SALVATORE PALADINO )




Digiuno Razionale
Le Sorprendenti Virtù del Digiuno
Insegnamenti sul Digiuno Voto medio su 3 recensioni: Da non perdere
I Benefici del Digiuno
La Filosofia del Digiuno Voto medio su 2 recensioni: Buono
Il Digiuno come Cura e Prevenzione
Ricette della Dieta del Digiuno Voto medio su 4 recensioni: Buono
Il Digiuno, Via di Salute Voto medio su 1 recensioni: Buono
Salute Radiosa con il Digiuno
La Terapia del Digiuno Voto medio su 8 recensioni: Buono

venerdì 12 febbraio 2016

STUDIO: 25 punti per CAPIRE lo SCOPO dello STOMACO

Nel seguente documento scientifico si descrivono i 25 punti importanti per capire il vero scopo dello stomaco, la sua fisiologia e la digestione, la creazione di bicarbonato di sodio (NaHCO3) e acido cloridrico (HCL) nel rivestimento dello stomaco, l'assunzione di proteine, latte, formaggio e zucchero in qualsiasi forma, e di come la biochimica, la fisiologia e l'anatomia alcalina/acida sono legati alla salute, alla malattia e al malessere.

Purtroppo i medici e gli scienziati contemporanei, come molti dei professionisti delle cosiddette medicine alternative e altri profani, NON capiscono come si genera l'acido/base nel corpo e come inizia l'acidosi tissutale latente nel tessuto connettivo colloidale . Benvenuti nel ventunesimo secolo e alla "nuova biologia" del Dr. Young.
Il Miracolo del PH Alcalino
Bilanciate la vostra dieta, recuperate la vostra salute
Voto medio su 61 recensioni: Buono
Così Parla lo Stomaco Voto medio su 20 recensioni: Buono

Come funziona l'acido/base del corpo?


1) Le cellule parietali della mucosa dello stomaco separano il cloruro di sodio dal sangue. Il sodio si lega ad acqua e anidride carbonica per formare il sale alcalino bicarbonato di sodio NaHCO3. La formula chimica è: CO2 + H2O + NaCl = NaHCO3 + HCL. Questa è la ragione per cui definisco lo stomaco organo alcalinizzante e NON organo digestivo. Lo stomaco NON digerisce il cibo o i liquidi ingeriti, ma alcalinizza gli alimenti di cui ci cibiamo.

2) Per ogni molecola di bicarbonato di sodio (NaHCO3) prodotta viene secreta una molecola di acido cloridrico (HCL) nel cosiddetto sistema digestivo - specificamente nello stomaco (nell'epitelio ghiandolare dello stomaco, i follicoli gastrici di Frey) – che deve essere eliminato. Quindi l'HCL è una sostanza acida, un prodotto di scarto del bicarbonato di sodio che lo stomaco ha secreto per alcalinizzare gli alimenti e i liquidi ingeriti.

3) Lo ione di cloruro proveniente dal cloruro di sodio (sale) si lega ad un acido o generatore protonico. L'HCL ha un pH equivalente a 1 ed è altamente tossico per l'organismo e provoca indigestione, reflusso acido, ulcere e cancro.

4) Quando grandi quantità di acidi entrano nello stomaco - tra cui l'HCL – provenienti da proteine ricche di origine animale come i prodotti caseari (formaggi, latte) o la carne, si prelevano acidi dai depositi di acido/base del corpo. L'organismo perirebbe se la conseguente alcalosi - o NaHCO3 o base in eccesso - generata dal stomaco non fosse catturata dalle ghiandole alcalinizzanti, che hanno bisogno di queste basi rapidamente per poter generare le loro potenti secrezioni di bicarbonato di sodio. Queste ghiandole e organi sono lo stomaco, il pancreas, le ghiandole di Brunner (tra il piloro e il punto di unione dei dotti biliari e pancreatici), le ghiandole di Lieberkunh nel fegato e la bile, con la sua potente capacità di fissare gli acidi, e che viene rilasciata in presenza di alimenti altamente acidificanti come la carne e il formaggio, per attutire l'effetto di acidi forti come l'acido nitrico, l'acido solforico, l'acido fosforico, l'acido urico e l'acido lattico.

5) Quando si ingeriscono prodotti di origine animale ricchi di proteine, lo stomaco comincia a produrre e secernere bicarbonato di sodio (NHCO3) per alcalinizzare gli acidi del cibo ingerito. Questo comporta una perdita di riserve alcaline e un aumento di acido o HCL che si trova nelle fossette gastriche (foveola) dello stomaco. Questi acidi e/o l'HCL vengono captati dal sangue, determinando così una riduzione del pH nel plasma sanguigno. Il sangue elimina questo aumento di acido gastrointestinale riversandolo negli spazi di Pishinger.

6) Lo spazio contenuto da tali fibre tanto sottili si chiama spazio di Pishinger o spazio extracellulare; esso contiene i fluidi che bagnano e nutrono ogni singola cellula e allo stesso tempo trascinano via i rifiuti acidi della stessa. Questo organo non è affatto menzionato nei libri di testo americani che trattano di fisiologia. Si menziona solo uno spazio extracellulare, ma non si parla di nessun organo che immagazzini gli acidi provenienti dal metabolismo e dalla dieta, come ad esempio i reni . Io chiamo questo organo il "pre-rene" perché conserva gli acidi gastrointestinali e metabolici finché vengono neutralizzati ed eliminati attraverso la pelle, le vie urinarie e l'intestino.

7) Dopo aver mangiato un pasto ricco di proteine animali provenienti da carne o latticini, il pH delle urine diventa alcalino. L'assunzione di carne o formaggio da un lato provoca una reazione di tipo acido nell'organismo, producendo acidi quali l'acido solforico, l'acido fosforico, l'acido nitrico, l'acido urico, l'acido lattico, l'acido acetilaldeido, e dall'altro la formazione e l'escrezione di sostanze basiche nell'urina. Quindi mangiare carne e formaggio provoca una doppia perdita di basi, che a sua volta porta ad una acidosi tissutale e infine alla malattia, soprattutto malattie infiammatorie e degenerative.

Il Cibo dell'Uomo
La via della salute tra conoscenza scientifica e antiche saggezze
Voto medio su 13 recensioni: Da non perdere
8) Se durante uno sforzo fisico intenso l'acido lattico non fosse assorbito dalle fibre del collagene, specifici captatrici di acido nel corpo, l'organismo perirebbe. L'insieme di queste fibre rappresenta il più grande organo del corpo ed è chiamato SCHADE, l'organo del tessuto connettivo colloidale. Non sarebbe possibile alcuno scambio di fluido tra il sangue e le cellule parenchimali a meno che non si passi attraverso questo organo del tessuto connettivo. Questo organo collega e mantiene tutto nel corpo al proprio posto. Questo organo è composto di legamenti, tendini, nervi e fibre più sottili che sono l'impalcatura che mantiene ogni singola cellula del nostro corpo al suo posto. Quando vengono immagazzinati acidi in questo organo, che include anche i muscoli, si generano infiammazioni e dolore. La produzione di acido lattico aumenta con l'assunzione di latte, formaggio, burro, panna e soprattutto di gelato.
Questo è il motivo per cui dico che “ l'acido è uguale dolore e il dolore è acido”. Non ci può essere l'uno senza l'altro. È l'inizio dell'acidosi latente dei tessuti che porta a irritazione, infiammazione e degenerazione di cellule, tessuti e organi.

9) Quanto più si produce acidità con l'assunzione di carne, formaggio, latte o gelato, tanto più gli acidi gastrointestinali vengono assorbiti da queste fibre di collagene per essere neutralizzati e meno bicarbonato di sodio o NaHCO3 verrà captato dalle ghiandole alcalinizzanti. A seconda della differenza di potenziale tra gli acidi assorbiti e la quantità di NaHCO3 generato ad ogni pasto, le ghiandole alcalinizzanti come il pancreas, la cistifellea, le ghiandole piloriche, il sangue , ecc. saranno più o meno alcaline. Il potere di fissare gli acidi da parte del tessuto connettivo, del sangue e delle ghiandole alcalinizzanti dipenderà dalle loro riserve alcaline, che possono essere determinate attraverso il pH del sangue, le urine e la saliva, o con l'analisi del sangue liquido o secco come ci insegna il Dr. Robert O. Young. Il pH della saliva ci indica le riserve alcaline nelle ghiandole alcalinizzanti e il pH delle urine è indice del pH dei fluidi che lambiscono le cellule o lo spazio di Pishinger.

10) La isostruttura del sangue controlla il proprio pH riversando acidi gastrointestinali o metabolici nel tessuto connettivo o spazio di Pishinger. Il sangue fornisce all'urina la stessa quantità di acido che ricevere dai tessuti e dal fegato al fine di preservare la sua isoforma. Una carenza di basi è sempre legata al deterioramento della capacità di stoccaggio dei tessuti connettivi o dello spazio di Pishinger. L'urina, che ha origine dal sangue, è un fedele specchio della regolazione acido/base, ma non del sangue, bensì dei tessuti. Quindi, quando si esegue il test del pH delle urine, si sta testando in realtà il pH dei tessuti.

11) L'"acidosi" latente è la condizione che esiste quando non ci sono sufficienti basi nelle ghiandole alcalinizzanti, essendo state usate per neutralizzare gli acidi. Queste basi vengono assorbite dalle fibre di collagene. Questo porta ad una acidosi "bilanciata". Ciò significa che il pH del sangue non è variato, però si sono modificati altri sistemi del corpo. Pertanto questo può portare ad una "acidosi" sbilanciata in cui si utilizzano le riserve alcaline del sangue e il pH del sangue risulta alterato. L'"acidosi" sbilanciata può essere determinata mediante una prova del pH di sangue, urine e saliva. La diminuzione di riserve alcaline nel corpo si verifica a causa di un super-proteinizzazione (dopo aver ingerito carne e formaggio), o per la presenza di troppe proteine, o per un eccesso di carbonatazione, oppure per un eccesso di zuccheri. Questo è il motivo per cui le persone di 80 o 90 anni sembrano avvizzite come l'uva passa. Perché sono rimaste poche o nessuna riserva alcalina nelle loro ghiandole alcalinizzanti. Quando non rimangono più minerali alcalinizzanti, noi ci prosciughiamo come le batterie.

12) Se non rimangono abbastanza basi dopo aver mangiato carne, formaggio o cibi ricchi di zuccheri, sufficienti a neutralizzare ed eliminare gli acidi depositati nel tessuto connettivo, si comincia a sviluppare una relativa carenza di basi che conduce a una acidosi tissutale latente. Quando ciò si verifica, sia il fegato che il pancreas hanno un deficit di succhi alcalinizzanti che non consente loro di garantire una corretta alcalinizzazione del cibo contenuto nello stomaco e nell'intestino tenue.

13) La digestione o alcalinizzazione non può compiersi senza succhi alcalini sufficienti, dato che fegato, pancreas e stomaco, ecc. sono costretti a secernere più acido per creare più basi, e questo può dar luogo a indigestione, nausea, reflusso acido, GERD, ulcera, cancro dell'esofago e dello stomaco. Tutti questi sintomi non sono causati da un eccesso di acido o HCL nello stomaco. Al contrario sono il risultato di una carenza di basi sotto forma di bicarbonato di sodio!

The China Study
Il più importante e completo studio su alimentazione e salute - Videocorso formativo + Intervista Esclusiva
Voto medio su 22 recensioni: Da non perdere
14) Pertanto lo stomaco NON è un organo della digestione come viene attualmente insegnato in tutti i testi di biologia e di medicina, ma un organo di supporto o di deposito. 
La sua funzione è immagazzinare succhi alcalini per alcalinizzare il cibo e il sangue che lo trasporta alle ghiandole alcalinizzanti.

15) Vi è un ritmo quotidiano nella fluttuazione dei fluidi corporei. Gli acidi stoccati vengono mobilizzati dal tessuto connettivo e dagli spazi di Pishinger durante il sonno.
Tali acidi raggiungono la concentrazione massima (marea di base) in questo fluido, e dunque nell'urina, verso le 2 del mattino (quando è più acida). Il contenuto di acido delle urine riflette direttamente il contenuto di acido del fluido negli spazi di Pishinger, il fluido dei compartimenti extracellulari del corpo. Invece gli spazi di Pishinger raggiungono la massima alcalinità intorno alle 2 del pomeriggio (inondazione di base), quando si genera più bicarbonato di sodio (NaHCO3) nelle cellule parietali dello stomaco per alcalinizzare il cibo e bevande appena ingerite.

16) Se la vostra urina non è alcalina alle 2 del pomeriggio sicuramente vi siete ACIDIFICATI e siete a corto di riserve alcaline. Il pH delle urine dovrebbe essere compreso tra 6,8 e 8,4, anche se idealmente dovrebbe essere di 7,2 o più.

17) Dopo aver mangiato un pasto ricco di proteine come la carne o il formaggio, gli acidi liberi che si formano (solforico, fosforico, urico, nitrico) si legano alle fibre di collagene per essere eliminati dal sangue e proteggerne il delicato pH mantenendolo a un livello di 7,365. Gli ioni H+ o protoni di questi acidi vengono neutralizzati dalla successiva marea di base, il bicarbonato di sodio prodotto come conseguenza del pasto. Lo ione H+ o protone si combina con il carbonato o HCO3 trasformandosi in acido carbonico H2CO3, e quindi in CO2 e H2O. L'acido solforico e gli altri acidi dalle proteine vengono neutralizzati nel modo seguente: ( SO4 , PO4 o NO3 ) HR + NaHCO3 < = > H2O + NAR ( Ca, Mg , K ) + CO2 (dove HR rappresenta qualsiasi acido con la R come il suo radicale acido).

18) Ai dottori in medicina e agli studiosi eruditi non insegnano queste cose alla facoltà di medicina e quindi non capiscono o non riconoscono l'acidosi tissutale latente. Loro capiscono e sanno riconoscere l'acidosi compensata e l'acidosi scompensata. Nell'acidosi compensata la frequenza respiratoria aumenta per espirare più acido carbonico e diminuire la PCO2, dato che il livello di carbonato o HCO3 si è abbassato. Quando la frequenza respiratoria è arrivata al massimo e i reni non non ce la fanno più a sostenere il ritmo di carico acido, il pH del sangue inizia a cambiare da 7,365 a 7,3 e poi a 7,2. Con un pH del sangue di 6,95 il cuore comincia a rilassarsi e il paziente va in coma o muore.

19) Il metabolismo conseguente alla dieta di una normale persona adulta porta alla creazione di 50/100 mEq di ioni H+ o protoni al giorno, che dovrebbero essere escreti per mantenere l'equilibrio acido/base dell'urina. Un mEq è un milliequivalente che indica la concentrazione di sostanza per litro di soluzione, che è calcolato dividendo la concentrazione in mg per 100 millilitri per il peso molecolare. Questo processo comporta due fasi fondamentali:

  • il riassorbimento di bicarbonato di sodio filtrato o NaHCO3 e, 
  • l'escrezione di 50/100 mEq di ioni H+ prodotti quotidianamente, formati totalmente dall'acido NH4+ o ammonio. Entrambi le fasi comportano la secrezione di ioni H+ o protoni dalle cellule renali nelle urine.
20) Il bicarbonato di sodio (NaHCO3) deve essere assorbito dal flusso sanguigno, dato che la perdita di NaHCO3 incrementerà il carico acido sulla circolazione e ridurrà la concentrazione di NaHCO3 nel plasma. La perdita di NaHCO3 nelle urine equivalente a incorporare ioni H+ (idrogenioni) nel corpo, giacché entrambi derivano dalla separazione dell'acido carbonico o H2CO3.

La Dieta Alcalina - The Alkaline Diet
Perdi peso, stai in salute e fai il pieno di energia
21) La formula biochimica è: CO2 + H2O = H2CO3 = HCO3 + H +. Un individuo normale dovrebbe riassorbire 4300 mEq di NaHCO3 ogni giorno. Gli ioni H + o protoni (idrogenioni) secreti vengono generati nelle cellule renali per divisione di H2O o acqua. Questo processo porta anche alla produzione equimolare di ioni OH - o idrossili. Gli ioni OH- si legano allo zinco attivo contenuto nelll'anidrasi carbonica intracellulare; si combinano poi con la CO2 per formare ioni HCO3 - che vengono portati di nuovo alle cellule renali e restituiti alla circolazione sistemica. Secondo, il carico acido dietetico è escreto mediante secrezione di ioni H + o protoni (idrogenioni) nelle cellule renali e vengono espulsi attraverso l'urina. Questi ioni H + (idrogenioni) o protoni possono fare una o due cose; gli ioni H + o protoni possono essere combinati con gli ammortizzatori dell'urina, in particolare con l' HPO4, in un processo chiamato acidità titolabile (la formula biochimica è: H + + HPO4 = H2PO4 ), o con il sistema di tamponamento del fosfato, oppure gli ioni H + (idrogenioni) o protoni possono combinarsi con l'ammoniaca (NH3) per formare ammonio in questo modo: NH3 + H + = NH4.

22) L'ammoniaca è intrappolata e concentrata nei reni sotto forma di ammonio che viene poi espulso attraverso l'urina.

23) In risposta a questo carico acido, il 36% degli ioni idrogeno o protoni vanno nello spazio intracellulare in cambio del rilascio di Na + (sodio) nel sangue. Il 15% dell'acido va nello spazio intracellulare per scambiarsi con K + (potassio) – cosa comune nel diabete. Il 6 % degli ioni idrogeno o protoni o acidi penetrano direttamente nella cellula per fungere da ammortizzatori dei processi intracellulari. Il 43% viene ammortizzato a livello extracellulare come NaHCO3 o bicarbonato di sodio combinato con H + o protoni per formare acido carbonico H2CO3, il quale si scompone fino a diventare CO2 o anidride carbonica per poter essere escreto attraverso i polmoni. Un 10% di CO2 viene escreta attraverso i polmoni, e il 90% è utilizzato dal corpo stesso per riassorbire minerali alcalini e fabbricare bicarbonato di sodio per tamponare gli acidi gastrointestinali e metabolici.

La formula biochimica è CO2 + H2O = H2CO3 = HCO3 + H +

24) Di tutti i modi in cui il corpo può ammortizzare gli acidi metabolici e alimentari, l'escrezione di rifiuti acidi generati dal consumo di proteine (carne e formaggio) è l'unico processo che non restituisce il bicarbonato di sodio alla circolazione sanguigna. Questo crea una perdita di basi, che è all'origine di tutte le malattie e disturbi.

Nel lungo periodo l'unico modo per sostituire queste basi perdute è mangiare più alimenti verdi alcalini ricchi di elettroni e grassi polinsaturi a lunga catena. Mangiare carne e formaggio (prodotti lattei) è sicuramente dannoso per la salute. È per questo che dico sempre "un cetriolo al giorno toglie il medico di torno, mentre se si mangia carne, formaggio e persino mele si genera una quantità di acido ancora più eccessiva nel tessuto connettivo colloidale, che conduce all'acidosi tissutale latente."

25) Dopo più di 30 anni di ricerca e di sperimentazione, più di 500.000 campioni di sangue e circa 1.000.000 di analisi di campioni di urina e di saliva, sono giunto alla conclusione che il corpo umano è un organismo le cui funzioni sono acidificanti, ma che tuttavia è stato progettato per essere alcalino. Mangiare proteine animali, soprattutto carne, formaggio e zucchero di ogni tipo è una scelta acidificante mortale, a meno che non siate interessati ad ammalarvi, a non avere energia, e a ingrassarvi sempre più.

Conclusione: Lo stile di vita e dieta del pH è un programma incentrato sul principio fondamentale che il corpo è alcalino per struttura intrinseca ma che tutte le funzioni metaboliche sono acidificanti. Ciò rende questo programma definitivo per prevenire e invertire l'invecchiamento e l'insorgenza di malattie e disturbi. Direi che lo stile di vita e di alimentazione del miracolo del pH è la dieta per godere di una vita più lunga e più sana.


E ricordate questa importante verità, l'acido cloridrico non è l'artefice della digestione nello stomaco, ma il risultato della digestione. Iniziate oggi ad alcalinizzarvi per migliorare la qualità e la quantità di vita.


Vivere Alcalini, Vivere Felici
L'equilibrio acidobase per la salute del corpo e della mente
Voto medio su 2 recensioni: Da non perdere